Non ci sono dubbi, il 2016 è stato per Adidas l’anno del ritorno ai massimi livelli, e non solo nel campo delle scarpe da pallacanestro. Da quando è stata lanciata la nuova tecnologia BOOST le vendite si sono alzate sempre di più; da quando, poi, il produttore tedesco è riuscito ad accaparrarsi alcuni designer ex Nike il design delle scarpe ha raggiunto livelli di successo davvero apprezzabili. Non credo di dire fesserie affermando che l’ultima decade degli anni 2000 è stata caratterizzata da un incredibile dominio del mercato basketball sneakers da parte di Nike, e vedere un’azienda europea come Adidas ritornare ai fasti di un tempo personalmente mi fa molto piacere.

Chiunque giochi o, almeno, abbia giocato a pallacanestro nell’ultimo anno conosce le Adidas CrazyExplosive. Quasi incredibile se si pensa che il modello è nato solamente nel 2016 e che non si tratta di una signature shoe (i più informati di voi sapranno però che inizialmente è nata come la terza scarpa di John Wall ndr), ma il suo successo è stato talmente grande da permettere ciò. Il tutto grazie a prestazioni di livello assoluto e ad un prezzo non eccessivamente alto.

crazyexplosive

Boost a tutta lunghezza, tomaia in tessuto primeknit e suola dal grip eccezionale sono stati gli ingredienti vincenti delle CrazyExplosive, e tutti vengono replicati magistralmente nella versione 2017 che sostanzialmente rimane la stessa identica scarpa, ma con un aspetto (forse l’unico lato negativo del modello originale) radicalmente diverso a causa della costruzione della tomaia a stivaletto con calzino incorporato. Non si tratta di un passo avanti esclusivamente estetico, ma anche di una soluzione tecnica che andrà sicuramente a migliorare il contenimento del piede (soprattutto nella zona posteriore), questo grazie anche all’aggiunta di un quinto cavetto passalaccio (erano solamente quattro prima).

Altra novità tecnica è l’aggiunta di un inserto in plastica nell’intersuola in zona anteriore (facilmente visibile) che dovrebbe avere la funzione di stabilizzare il boost nei cambi di direzione.

Non ci sono altre cose da segnalare, se non che la strategia di non cambiare una squadra vincente sembra azzeccata ed indubbiamente darà i suoi frutti. Le possibilità per Adidas di guidare ancora il mercato dedicato alla pallacanestro si fanno sempre più consolidate.

Sulla data di uscita, purtroppo, non si sa ancora nulla; in Asia sono già disponibili di conseguenza è possibile comprarle su Ebay da ora, per i canali ufficiali bisogna invece pazientare probabilmente fino a luglio.

Dì la tua opinione: